AL COMUNE VOLANO PIETRE TRA MINORENNI, VIGILI IN AZIONE IN ATTESA DELLE FAMIGLIE

17 luglio 2017 0 Di La redazione

Non erano lì nell’attesa del Consiglio comunale, delle dichiarazioni del Sindaco o delle opposizioni. Semplicemente trascorrevano un pomeriggio d’estate lontano da casa e scuola, a giocare al riparo da occhi indiscreti. Perché l’area retrostante il Comune di Avellino è quotidianamente una landa deserta, ricettacolo di rifiuti, meta di bighellonaggio, parcheggio per coppiette, ritrovo per condividere fumo, alcol.  A contrapporsi in pieno giorno, incosapevoli dell’insolita presenza del Consiglio e dunque di passanti, due gruppi di ragazzi , età apparente tra i 10 ed i 14 anni: non un pallone o un i-phone tra le mani, solo pietre, che sono volate verso Palazzo di Città e le auto in sosta, un gioco violento e pericoloso che ha finito per  aggiungere degrado al degrado nell’area dove abbondano cocci di bottiglie, mura municipali imbrattate da scritte e strutture perennemente preda di vandali. Un cittadino ha immediatamente allertato la Polizia Municipale impegnata nel servizio d’ordine a Palazzo di Città nell’attesa dell’inizio dell’assisee. Il tempestivo sopralluogo dell’agente ha posto fine ai pericoli con i ragazzi datisi alla fuga ma con indagini avviate per poter risalire ai responsabili dei danneggiamenti, i ragazzi, certo, ma anche le famiglie che dovrebbero su di essi vigilare e richiamarli a comportamenti civili. Sul degrado che regna attorno Palazzo di Città, invece, è stato già tutto abbondantemente raccontato.