AGGUATO AVELLINO. SEI COLPI ESPLOSI: CHI HA SPARATO VOLEVA UCCIDERE

AGGUATO AVELLINO. SEI COLPI ESPLOSI: CHI HA SPARATO VOLEVA UCCIDERE

20 Agosto 2020 0 Di La redazione

Mattinata di sangue ad Avellino. Nella centralissima via Silvati e Morelli, a pochi passi dalla Questura, un vero e proprio agguato ai danni di un pregiudicato avellinese, FL queste le sue iniziali, di 34 anni.

Erano da poco passate le 12:30, quando la follia è andata di scena . Il 34enne, stando ad indiscrezioni, stava percorrendo a piedi la strada che costeggia Parco Palatucci, quando si sarebbe accorto di essere seguito da un’autovettura di colore bianco. Dopo pochi secondi, l’auto che lo seguiva avrebbe accelerato ed esploso contro di lui sei colpi calibro 765 sparati a raffica. Un solo proiettile sarebbe andato a segno, attingendo il pregiudicato alla mascella. Proprio la vittima avrebbe chiamato la Polizia denunciando quello che gli era appena accaduto.

Sul posto, dopo l’arrivo degli uomini della squadra mobile, è giunta anche un’ambulanza del 118 che ha immediatamente trasportato la vittima dell’agguato al “Moscati” di Avellino. Vista la grave ferita riportata alla mascella, il giovane è stato trasferito al reparto di chirurgia maxillo facciale dell’Ospedale Rummo di Benevento.

Gli uomini della Polizia hanno provveduto a delimitare la zona. Al momento sarebbero sei i proiettili rinvenuti sulla scena, se ne cercano altri. L’esatta dinamica è in via di definizione, sul posto anche il reparto scientifica che lavora senza sosta e che cercherà di vederci chiaro anche grazie alle tante telecamere presenti in zona.

Quel che è certo è che chi ha sparato voleva uccidere, visto il numero e la direzione dei proiettili esplosi. Una pagina nera per la città di Avellino che siamo certi presto verrà chiarita dalle forze dell’ordine.