AGGUATI IN VALLE CAUDINA E’ CACCIA ALL’UOMO. ORA LA GENTE HA PAURA

AGGUATI IN VALLE CAUDINA E’ CACCIA ALL’UOMO. ORA LA GENTE HA PAURA

14 Ottobre 2018 Off Di Anna Guerriero

La Valle Caudina ripiomba nel terrore. Quanto accaduto a Cervinara e San Martino Valle Caudina, inevitabilmente risveglia nella mente della popolazione, sgradevoli ricordi che risalgono ad una decina di anni fa.
La gente è preoccupata, in strada si spara senza tener conto della presenza di tante persone e soprattutto bambini, come accaduto a Cervinara dove al momento dell’agguato la zona era piena di gente e tra loro c’erano anche numerosi bambini. All’improvviso in via Ciardoni è arrivato il motociclo con a bordo due persone entrambe con il casco quella seduta  dietro ha fatto fuoco per colpire la vittima.Tutto è successo in pochissimi minuti, il mezzo in velocità ha raggiunto a poca distanza il bersaglio, si è fermato e dalla pistola è partito lo sparo, che ha ferito un 22enne che finisce a terre mantenendosi  la caviglia. In strada la gente è scappata mentre qualcuno si è fermato a prestare aiuto al giovane, sposato e padre di due bambini, che è stato trasportato in ospedale per fortuna la ferita riportata non lo mette in pericolo di vita.
Dopo un’ora la stessa scena si è ripetuta a San Martino Valle Caudina, gli ignoti hanno agito nella stessa maniera,solo che sul luogo dell’agguato questa volta ci sono arrivati con un’auto, una 500 di colore bianco. Il ferito di 29 anni anche in questo caso è stato ferito ad un piede.
E’ evidente che in entrambi i casi chi ha sparato non voleva uccidere ma solo “avvertire”, tra Cervinara e San Martino Valle Caudina potrebbe essere in atto una guerra tra gruppi .Chi si contende cosa? a questo stanno lavorando, senza sosta, i carabinieri le cui indagini pare si siano concentrate sullo spaccio della droga. Gli autori degli agguati potrebbero avere le ore contate.
La gente spera che entrambi gli episodi vengano chiariti rapidamente assicurando alla giustizia gli autori.
A giudicare i fatti si tratta di persone pericolose e senza scrupoli, che fanno fuoco in strada alle 21:00 alla presenza di decine di persone, le stesse che con molta probabilità, a distanza di un’ora hanno gambizzato un altro giovane a San Martino Valle Caudina, dimostrando indifferenza anche rispetto alla possibilità che nel frattempo sul territorio sono state rafforzate le pattuglie di polizia e carabinieri.Una sfida allo stato? Una guerra cieca per il potere sul territorio?
a queste domande saranno le indagini a dare una risposta.