ADDIO A LUIGI RUSSO,  MEDICO DI FAMIGLIA DI SAN SOSSIO  BARONIA UCCISO DAL VIRUS

ADDIO A LUIGI RUSSO, MEDICO DI FAMIGLIA DI SAN SOSSIO BARONIA UCCISO DAL VIRUS

2 Marzo 2021 0 Di La redazione

Aveva 68 anni e dall’11 gennaio lottava contro il virus all’ospedale di Ariano Irpino. Le sue condizioni sembravano migliorate, dalla Rianimazione era stato trasferito al reparto, stamattina il suo cuore ha smesso di battere

 

Il virus uccide ancora tra i camici bianchi. È spirato questa mattina all’Ospedale “Frangipane” di Ariano irpino il dottor Luigi Russo. Una missione il suo essere medico di famiglia. Una persona nota e stimata in Baronia, a cominciare dalla sua San Sossio dove, negli anni ’90, ha ricoperto anche la carica di consigliere comunale.

Tra qualche mese avrebbe potuto godersi la meritata pensione.  Non si è mai risparmiato nell’assistenza ai pazienti. La sua è stata una lunga lotta contro il virus. Dopo giorni difficili era riuscito a respirare autonomamente lasciando la Rianimazione per passare in reparto. Stamane un arresto cardiocircolatorio è risultato fatale.

In queste ore esprime profondo cordoglio l’intera comunità di San Sossio Baronia, a cominciare dal Sindaco, Giovanni Contardi: «Luigi Russo si è dedicato con tutto il cuore a questo paese – dichiara il primo cittadino interpellato da Prima Tivvù e Telenostra – un medico preparato, un grande lavoratore, persona tenace ed attiva, subiamo una grave perdita».

Con la scomparsa di Russo, il numero dei medici deceduti per covid in Irpinia, sale a cinque da inizio pandemia.

Prima di Russo, lacrime per: Leonardo Nargi, ginecologo 71enne della “Malzoni” e Sergio Pascale 69 anni, Primario della rianimazione della clinica avellinese; Mario Magliocca, 66 anni, medico del reparto di Rianimazione del Moscati; Giuseppe Aldo Spinazzola, cardiologo in pensione, spirato all’età di 85 anni.