A SCUOLA DI OLIO EVO, IN IRPINIA LA PROSSIMA TAPPA DEL PROGETTO COLDIRETTI-APROL CAMPANIA

A SCUOLA DI OLIO EVO, IN IRPINIA LA PROSSIMA TAPPA DEL PROGETTO COLDIRETTI-APROL CAMPANIA

15 Gennaio 2020 0 Di La redazione

Il primo team finalista regionale per il progetto “A Scuola di Olio Evo”, organizzato da Coldiretti e Aprol Campania, si è diplomato questa mattina all’Istituto Alberghiero Cavalcanti di Napoli. All’Istituto superiore di San Giovanni a Teduccio. Dopo una straordinaria gara di cucina con abbinamento di olio extravergine di oliva, vince la squadra composta dagli studenti Luca Pietropaolo, Daniele Lauro, Mario De Luca, Carmine Scialò, che hanno presentato alla giuria una Millefoglie di baccalà e carciofo abbinato con Olio Evo Cilento Dop dell’azienda agricola Monzo (Casalvelino, Salerno).

Gli altri piatti presentati in gara sono stati: filetto di spigola su letto di patate e pomodorini abbinato con Olio Evo dell’azienda Galano (Sorrento, Napoli); crema di Zucca con crostini abbinata con Olio Evo Sacrum Ortice dell’azienda de Martini Sas (Fragneto l’Abate, Benevento); zuppetta con baccalà alla frantoiana abbinata con Olio Evo Dop Irpinia del frantoio FAM (Venticano, Avellino); caprese abbinata con Olio Koinè dell’azienda agricola Cipriano (Piedimonte Matese, Caserta). Gli altri studenti partecipanti sono stati Ylenia Meilak, Antonio Paradiso, Mario Bachetti, Augusto Esposito, Piero Rota, Giuseppina Versi, Vincenzo Esposito, Emanuele Paparo, Luigi Finiello, Giovanni D’Errico, Sara Di Marzo, Dario Raiola, Giovanna Fiume, Francesco Nocerino, Antonio Onesto, Salvatore Basso, Sara Maione, Lucia Morra, Simone Amoroso, Miriam Plini.

“A Scuola di Olio Evo” è dedicata agli Istituti Alberghieri della Campania, grazie al protocollo d’intesa tra Coldiretti Campania e Ufficio Scolastico Regionale. La prossima tappa dal 20 al 22 gennaio il De Gruttula di Ariano Irpino (Avellino), dal 27 al 29 gennaio Le Streghe di Benevento, dal 3 al 5 febbraio il Marconi di Vairano (Caserta), dal 10 al 12 febbraio al Virtuoso di Salerno. Il corso è diretto e curato dalla capo panel Maria Luisa Ambrosino. Ogni team vincitore concorrerà alla finale regionale.

L’obiettivo del progetto di Coldiretti e Aprol Campania è far crescere la cultura della qualità. Il percorso di degustazione guidato dura tre giorni, di cui due dedicati alla scoperta del processo produttivo, della degustazione e delle tecniche di conservazione. La terza giornata si conclude con una gara di cucina tra gli studenti, suddivisi in squadre, proponendo un piatto in abbinamento ad un olio extravergine regionale: fruttato leggero, medio o intenso.

Ai primi vincitori gli auguri del presidente e del coordinatore di Aprol Campania, Francesco Acampora e Roberto Mazzei, e del presidente e del direttore di Coldiretti Campania, Gennarino Masiello e Salvatore Loffreda.