INCIDENTE SHOCK. 50ENNE DI QUADRELLE ED UN CARABINIERE TRAVOLTI E UCCISI DA AUTO FUORI CONTROLLO

INCIDENTE SHOCK. 50ENNE DI QUADRELLE ED UN CARABINIERE TRAVOLTI E UCCISI DA AUTO FUORI CONTROLLO

21 Luglio 2018 0 Di Michela Attanasio

Shock a Quadrelle dopo la notizia della morte di un 50enne vigilantes, travolto da una golf sulla Nola-Villa Literno.

La tragedia è avvenuta questa notte , mentre erano in corso degli accertamenti per un incidente stradale che aveva visto coinvolte due autovetture una Opel Zafira e una Hyundai Atos quest’ultima guidata dalla guardia giurata irpina morta sul colpo. Travolti dalla golf guidata da un 26enne di Sant’Antimo anche due carabinieri uno dei quali spirato in ospedale. La guardia giurata era il conducente della vettura incidentata sulla quale erano in corso gli accertamenti. Il grave incidente è avvenuto intorno alle 23 di ieri, lungo la strada statale «7bis», nei pressi dell’uscita di Pomigliano d’Arco: una pattuglia dei Carabinieri della compagnia di Castello di Cisterna è intervenuta per procedere ai rilievi di un incidente stradale tra una Opel Zafira e la Hyundai Atos. Poco dopo è giunta di supporto una pattuglia di militari della Compagnia di Nola. Quando le operazioni erano quasi terminate è arrivata, ad alta velocità, la Golf che ha travolto l’appuntato scelto in servizio a Castello di Cisterna, il vicebrigadiere in servizio a Nola e il conducente dell’Atos. Il 50enne di Quadrelle, è morto sul colpo; l’appuntato,  residente a Roccarainola, è stato trasportato all’ospedale Cardarelli di Napoli dove ha perso la vita poco dopo; il vicebrigadiere è stato trasportato nell’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli ed è ricoverato in prognosi riservata, in pericolo di vita. La Golf è stata sequestrata e il conducente denunciato per omicidio stradale. Sono in corso indagini da parte della polizia stradale di Nola. Il vigilantes molto conosciuto e ben voluto in paese lascia la moglie e due figli. Ora la sua salma sarà sottoposta all’autopsia disposta dal magistrato di turno. Poi dovrebbe essere liberata e i familiari potranno procedere al funerale.