193 CONTAGI IN CAMPANIA, SONO 185 LE PERSONE IN ISOLAMENTO TRA AVELLINO E MERCOGLIANO

193 CONTAGI IN CAMPANIA, SONO 185 LE PERSONE IN ISOLAMENTO TRA AVELLINO E MERCOGLIANO

4 Settembre 2020 0 Di Delfino Sgrosso

Nuovo triste record di contagiati in Campania. Sono ben 193 le persone risultate positive all’ultima tornata di tamponi, di cui 65 provenienti da fuori regione. Di esse 28 provenienti dall’estero e 37 dalla Sardegna, che ha assunto, purtroppo, il ruolo scomodo di nuovo cluster nazionale. L’Irpinia sta pagando il suo prezzo, dal momento che dal 28 agosto i contagi sono saliti a quota 16. L’Asl, nella giornata di ieri, ha infatti aggiornato il conto, comunicando la positività di due residenti a Mercogliano, tra cui una dipendente 65enne della Provincia di Avellino, e di un residente a Teora, di ritorno dal Brasile.

Il focolaio di Avellino è purtroppo attivo e dei 16 contagiati dal 28 agosto 9 sono residenti a Mercogliano e sette nel capoluogo. L’Asl è in piena attività per somministrare i tamponi ai contatti di coloro che sono risultati positivi, proseguendo dunque nell’opera di tracciamento che risulta assolutamente importante per limitare e contenere il contagio in questa seconda fase. Intanto sono salite a 185 le persone in isolamento tra Avellino e Mercogliano e c’è attesa per i 276 tamponi di Campo Genova, effettuati ieri in quello che è sembrato a tratti davvero un assalto a Fort Apache.

Ben vengano i controlli, soprattutto se spontanei, ben venga la coscienza civica purchè non sia inutilmente tardiva, ben venga la consapevolezza che effettuare un tampone aiuta non solo a tenere al sicuro i propri cari ma tutti noi. Ora resta solo, si fa per dire, l’assoluta necessità di mantenere comportamenti sanitari che, ricordiamo, sono tanto rigorosi quanto semplici: distanziamento, mascherine, sanificazione delle mani. Invitiamo tutti, soprattutto i più giovani, vero bersaglio di questa seconda ondata, ad attenersi strettamente, indossando la mascherina anche all’aperto dove non sia possibile mantenere la distanza, e non fidandosi della presunta e solo presunta negatività di amici e parenti non facenti parte del proprio nucleo familiare.

E’ importante e determinante il comportamento giornaliero, la sensibilità civica, il capire che infischiarsi di una prescrizione è un atto di presunta libertà che in realtà è solo stupidità estrema nei confronti di se stesso e della comunità intera.