EDITORIALE

Leggi tutto
22 Gennaio 2020 0

PRE DISSESTO, QUANDO A PENSAR MALE NON SI FA PECCATO 

Di Sandro Feola

A pensar male dell'operato del Governo si fa peccato? No. In tempi di seconda o terza repubblica non si fa peccato, anzi. Chiunque sia stato chiamato dai cittadini ad amministrare una città non solo fa bene a pensare male, ma ha anche il dovere di farlo. Di dubitare, di diffidare. Di temere una classe dirigente che, da quando il vaffanculo è diventato filosofia di governo, riesce incredibilmente a mettere insieme uno scarso senso delle istituzioni...

PUBBLICITA’